Altissimo


La mente umana. Debole ed eccelsa, vulnerabile e invincibile. Là dove l’uomo la conduce, verso il bene o il male. L’anima, tra odio e perdono, crudeltà o pietà. Amore. Attraverso ossessione e abnegazione, soffrendo il sacrificio e infine il trionfo al prezzo comunque elevatissimo della vita: condotta da due magistrali guide come Sean Penn e Mel Gibson, una storia epica tradotta con accurata raffinatezza e spietata, cruda energia. Un capolavoro dedicato alla nostra contraddittoria esistenza: nostra, di noi folli umani capaci di efferati delitti come di elevati riscatti. Di scienza e di crimine. Condanna e redenzione si inseguono in un sorprendente groviglio di prospettive. Così siamo: un miscuglio imprevedibile di energia sprigionata da anima e mente, appunto. Fino a che qualcosa, o qualcuno, ci aiuta. Riportandoci alla miserabile dimensione di affascinanti mortali e ci restituisce un’esistenza, dopo averla perduta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *